L'ippodromo di Agnano, perla d'Europa | LoveNaples
Il Santuario delle Ancelle del Sacro Cuore
1 aprile 2018
Palazzo Vicereale: la residenza reale dimenticata
9 aprile 2018

L’ippodromo di Agnano, perla d’Europa

Fonte: scenaripolitici.com

di Chiara Scaramella

Tra la Tenuta degli Astroni e le Terme di Agnano sorge l’immensa area sulla quale insiste il complesso dell’Ippodromo d’Agnano.

Questo è uno degli impianti sportivi più antichi d’Europa che, da tre quarti di secolo, viene utilizzato in gare di trotto, galoppo ed ostacoli. Il comprensorio si estende per ben 48 ettari, suddivisi in piste di trotto, galoppo ed allenamento, scuderie in grado di ospitare ben 964 cavalli e tanti altri spazi dedicati al pubblico. Le piste, caratterizzate dal loro fondo formato da sabbia di fiume e pietre di tufo, sono state solcate da zoccoli e piedi dei più importanti cavalli, drivers e fantini del panorama ippico internazionale.

La storia

Fonte: patrizia87

La storia dell’ippodromo iniziò quando, subito dopo il primo conflitto mondiale, il cavaliere Raffaele Ruggiero donò al comune il Lago d’Agnano, affinchè su quell’area venisse costruito un ippodromo dedicato alle corse dei purosangue. Alla morte del cavaliere la costruzione venne affidata ad un gruppo di gentiluomini sportivi che avevano già partecipato alla realizzazione dell’ippodromo di Villa Glori a Roma.

L’ippodromo venne inaugurato e benedetto dall’allora Cardinale di Napoli, Ascalesi, il 2 Giugno 1935, al cospetto di importanti personaggi di quel tempo, come ad esempio la futura regina Maria Jose. Solo quattro mesi dopo l’inaugurazione del complesso venne costruita la pista in sabbia dedicata alle competizioni di trotto.

Sebbene l’ippodromo sia stato ideato per le corse di galoppo, nel panorama ippico internazionale è rinomato per aver contribuito alla storia della disciplina del trotto. Sulle sue piste hanno, infatti, sfrecciato le più grandi stelle di questo ambito, tra le quali ricordiamo i meravigliosi cavalli Muscletone, Bayard, Tornese e, infine; il leggendario, ed ancora in vita, Varenne, spettacolare esemplare di trottatore italiano che ha totalizzato vincite per un totale di € 6.035.665.

Il Gran Premio di Agnano

La notorietà dell’ippodromo di Agnano a livello internazionale è derivata da un’importante competizione che ospita annualmente: il Gran Premio Lotteria di Agnano. Questa gara ha attratto, fin dalle prime edizioni,un elevato numero di partecipati da tutto il mondo, diventando la più famosa competizione italiana ed una delle più rinomate in Europa. Questa fama internazionale fu probabilmente determinata, in parte, anche dal grande ammontare della somma in palio, ma sono stati sicuramente l’entusiasmo popolare e l’incredibile luogo della disputata a fare tutto il resto.

L’ippodromo, oggi

Oggi l’ippodromo, oltre ad ospitare ancora svariate corse, è anche sede di numerosi eventi, come concerti, pranzi, feste e festival.

Purtroppo, il suo destino è, oggi, in discesa e dello splendore degli anni passati rimane solo il vivido ricordo nelle menti e nelle storie di chi c’era e di chi, oggi come allora, porta avanti le scuderie e la struttura. Ai giorni nostri, il numero delle corse è nettamente diminuito ed i montepremi, spesso, non vengono neanche pagati, così che l’ippodromo va avanti solo grazie agli appassionati del settore.

Dei cinquecento cavalli ospitati dalla struttura, molti corrono in altri ippodromi, come quello di Aversa, mentre altri vengono regalati o ceduti a causa di mancanza di fondi.

Info

IndirizzoVia Raffaele Ruggiero, 1, 80125 Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: