La pizza fritta perfetta, intervista alla "signora del vascio" | LoveNaples

La pizza fritta perfetta, intervista alla “signora del vascio”

Neapolitan Day: le fontane di Napoli
25 aprile 2018
Quando Via Toledo si chiamava Via Roma
25 aprile 2018

La pizza fritta perfetta, intervista alla “signora del vascio”

Ph: Alessia Giannino

di Alessia Giannino

La pizza fritta è uno dei must della cucina napoletana, anche se sono in pochi, oggi, a prepararla alla vecchia maniera.

Fernanda è una signora cordiale e piena di voglia di fare che, dopo cento anni, porta ancora avanti la tradizione.

A Via Speranzella 80, ai Quartieri Spagnoli, c’è lei, che lavora l’impasto a mano, ogni giorno e in modo energico, scegliendo le materie prime personalmente e accontentando turisti e passanti con una pizza bollente e succulenta. Nel suo “vascio” si respira un’aria molto particolare: sembra di essere stati teletrasportati in una commedia di Eduardo De Filippo. Fernanda fa tutto da sola, dall’impasto alla frittura. Quando arrivi ti fa entrare e ti fa sedere in quel che è il suo tempio. Da lei, inoltre, sopravvive ancora la tradizionale calata del panaro: un cestino di vimini che gli abitanti del quartiere abbassano dalla finestra, in questo caso, per lasciar inserire le pizze da portar su.

Abbiamo intervistato Fernanda, mentre preparava una delle tante pizze fritte della giornata.

Buonasera signora, com’è nata la sua passione?

Era mia mamma che faceva le pizze un tempo e, quando è venuta a mancare, ho portato avanti questa attività. Stiamo qui da più di cento anni ormai…

E qual è il segreto della pizza fritta perfetta?

Non c’è nessun segreto: acqua, lievito e farina. E farcire come si preferisce, con provola, cicoli, ricotta, salame, pomodoro.

Se dovesse dare un consiglio, quale pizza dovrebbe assaggiare un turista?

La vera pizza fritta napoletana è quella con provola, ricotta e cicoli, ma c’è chi la preferisce con provola e pomodoro e chi, ad esempio, con il salame. Cerco di accontentare tutti. E ovviamente le farcisco davanti al cliente, a seconda della richiesta.

La pasta della pizza la prepara lei?

Certo. Quando fa freddo la preparo la sera per utilizzarla il giorno successivo, mentre in estate posso fare tutto anche direttamente di mattina.

 

Fernanda è aperta tutti i giorni sia a pranzo che a cena. Per tutti turisti e passanti che hanno bisogno di una pausa e di qualcosa di buono da mettere sotto i denti, non c‘è niente di meglio della sua pizza fritta: la sua bontà e il calore umano di chi la prepara vi porteranno in un tempo lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: