Piscina Mirabilis: l'incanto sotterraneo di Bacoli | LoveNaples

Piscina Mirabilis: l’incanto sotterraneo di Bacoli

Ischia: la leggenda del Monte Epomeo
16 maggio 2018
Il ritiro delle Teresiane: da Torre del Greco a Materdei
18 maggio 2018

Piscina Mirabilis: l’incanto sotterraneo di Bacoli

Fonte: audiothing.net

Numerosissime sono le testimonianze dei vari popoli che hanno trovato rifugio tra le dolci insenature campane. Sicuramente, coloro che hanno  più intensamente lasciato la loro impronta su questa terra sono stati i Romani: incredibile popolo che ha disseminato il nostro territorio di testimonianze della sua potenza.

Lo ricordiamo per la velocità, la precisione e la maestria con cui portavano a termine, in tempi antichissimi, opere immense e totalmente innovative per l’epoca, come ad esempio i numerosi acquedotti che trasportavano acqua per chilometri e chilometri. Una delle opere più maestose ed incredibili si trova a nord-ovest del Golfo di Napoli, precisamente nel comune di Bacoli, ed è la Piscina Mirabilis. Si tratta di una cisterna d’acqua, la più grande mai realizzata in epoca romana, scavata all’interno della collina che, dall’alto, domina il porto di Misenum, comparabile per grandezza e magnificenza solo a quella di Istanbul. Venne costruita per raccogliere l’acqua proveniente dal “Fontis Augustei Aquaeductum“, ovvero l’acquedotto romano del Serino, e per garantire l’approvvigionamento di acqua alla “Classis Praetoria Misenensis“, ovvero alla flotta che stanziava presso il porto di Miseno (oltre che alla città stessa). L’acqua veniva prelevata attraverso pozzetti posti sulla sommità della cava grazie a macchine idrauliche che la prendevano e la portavano fino al porto sottostante la collina.

L’interno della cisterna

Una volta entrati nella cava si rimane estasiati dalla bellezza di questo luogo che, con il suo susseguirsi di alti pilastri e volte a botte, ha l’aria più di una cattedrale che di un semplice serbatoio d’acqua. Gli interni scavati nel tufo sono profondi 15 metri ed erano in grado di ospitare ben 12600 metri cubi di acqua. Lo spazio, disposto su pianta quadrangolare, è diviso in cinque navate lunghe e tredici corte con quattro file di dodici pilastri cruciformi che sorreggono le volte a botte. I rivestimenti interni sono in “opus signinum“, una miscela, oggi chiamata cocciopesto, di polveri di laterizi e calce che garantiva impermeabilità alla struttura. Sulla pavimentazione della navata centrale c’è una piscina limaria che, con i suoi 20 metri per 5 e la sua profondità di 1,10metri, costituiva una vasca di decantazione utilizzata per la pulizia della cisterna.

La Piscina Mirabilis, per il suo fascino, divenne meta molto gettonata per il Grand Tour, ovvero il viaggio che, nel rinascimento, erano soliti fare gli aristocratici dell’epoca per incrementare il loro sapere. A testimonianza di ciò, nei rivestimenti della cisterna sono intarsiate diverse iscrizioni che testimoniano il passaggio di questi giovani nobili, come ad esempio Dumas, Goethe e Mozart.

Informazioni

Indirizzo: Via Piscina Mirabile, 80070 Bacoli NA, Italia
 Orari: 09:00–18:00

Costoofferta libera

Prenotazioni: 081 523 3199 (custode); 0815235968 (Ufficio Turismo e Beni Culturali del Comune di Bacoli)

Per poter visitare Piscina Mirabilis è necessaria la prenotazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: